marco valenti scrive

marco valenti scrive

22 marzo 2013

Sarà 'ché è primavera


Vi assicuro che non c’entra nulla la Pasqua che si avvicina né una istintiva forte empatia con il nuovo Pontefice.
Vi garantisco che non è un rigurgito buonista.
Tuttavia ci sono alcune cose che mi sento di dire con convinzione.
 Forse è il momento migliore per farlo.

Rispettate chi non
la pensa come voi perché potrebbe arricchirvi da punti di vista che non avevate considerato e per essere voi per primi degni del rispetto degli altri.

Amate chi non vi ama perché ad amare chi già vi ama e concorda con tutto quel che dite e fate è troppo facile e sono capaci tutti.

Siate rigorosi con voi stessi il doppio di quanto lo siete con gli altri perché solo così avrete credito.

Informatevi ascoltando più voci e non diffondete informazioni di cui non siete sicuri dell’esattezza perché dossieraggi, macchine del fango e malainformazione si nutrono della buona fede di tutti noi e anche perché soltanto spiegando con chiarezza le cose che sapete potrete sperare di avere diritto di ascolto.

Le giornate si allungano e arriva la bella stagione.
Mi serve essere ottimista e pensare positivamente.
Leggetevi un buon libro al sole che ancora non fa sudare.
Buona primavera.



E' primavera...

svegliateVi bambine

alle cascine,

messere Aprile fa il rubacuor

e a tarda sera,

madonne fiorentine,

quante forcine

si troveranno sui prati in fior.


Fiorin di noce,

c'è poca luce ma tanta pace,

fiorin di noce,

c'è poca luce;

fiorin di brace,

Madonna bice non nega baci,

baciar le piace,

che male c'è?

E' primavera...

svegliateVi bambine

alle cascine,

messere Aprile fa il rubacuor.

Fiorin dipinto,

s'Amava tanto nel quattrocento,

fiorin dipinto,

s'Amava tanto;

fiorin d'argento,

Madonna amante le labbra tinte

persin dal vento

si fa baciar!

Fiorin dipinto,

s'Amava tanto nel quattrocento,

fiorin dipinto,

s'Amava tanto;

fiorin d'argento,

Madonna amante le labbra tinte

persin dal vento

si fa baciar!

E' primavera...

che festa di colori!

Madonne e fiori

trionfo eterno di gioventù.

1 commento:

  1. La mia nonna Amelia la canta ancora a squarciagola... :)

    RispondiElimina

Costretto al test di verifica dal proliferare di spam. Mi spiace. Spero molto in tanti commenti e spero che, a prescindere dal fatto che non vengano moderati da me, siano di buon gusto e vengano firmati. Buona lettura e buon commento a tutti.