marco valenti scrive

marco valenti scrive

14 luglio 2014

Spaghetti alla chitarra alle erbe, limone e acciughe






Avviso: questa non è una ricetta.

Si tratta di una serie di combinazioni, ragionate e fortuite contemporaneamente.

Una pioggia fastidiosa e fuori stagione sta ammaccando le erbe del mio giardino. 

Decido di fare di tutt’erba un fascio. 

7 luglio 2014

Amico, nemico, amante




Amico, nemico, amante

Autore: Alice Munro (traduttore: Susanna Basso)

Titolo: Nemico, amico, amante...

Casa editrice: Einaudi

Anno: 2003

ISBN: 9788806174682

Pagine: 315

Formato: cartaceo; eBook

Mi rendo conto di non parlare di un autore nuovo o sconosciuto. Alice Munro (1931) è la scrittrice canadese  vincitrice del premio Nobel per la Letteratura nel 2013, assegnatole il 10 ottobre. Già vincitrice per tre volte del Governor General's Award, il più importante premio letterario canadese. Ma ho voglia di parlare di questo libro.
Chi volesse approfondire vita e opere della Munro (si pronuncia manróu potrebbe partire dall’Enciclopedia Treccani: http://www.treccani.it/enciclopedia/alice-munro/




Partiamo dal sito della Casa Editrice.

Nove racconti perfetti: la musica del quotidiano, il gioco smorzato dei sentimenti e delle allusioni. Da Flannery O'Connor a Henry James, da Chechov a Tolstoj, non c'è un autore di racconti al quale Alice Munro non sia stata paragonata. Ma la sua capacità di dipanare in un lampo l'irriducibile complessità della natura umana è incomparabile. Questi racconti possiedono la straordinaria capacità di trascinare il lettore nei meandri di una memoria che non è la sua per risvegliare emozioni che sono di tutti. La scrittura della Munro è aperta, lussureggiante, fitta di accadimenti e particolari necessari. Il paesaggio canadese, la natura selvaggia del Nord Ovest partecipano alle emozioni dei personaggi, integrano la loro storia, determinano le loro decisioni.

Ecco l’elenco dei racconti.

  1. Nemico, amico, amante... ("Hateship, Friendship, Courtship, Loveship, Marriage")
  2. Il ponte galleggiante ("Floating Bridge")
  3. Mobili di famiglia ("Family Furnishings")
  4. Conforto ("Comfort")
  5. Ortiche ("Nettles")
  6. "Post and Beam"
  7. Quello che si ricorda ("What Is Remembered")
  8. "Queenie"
  9. "The Bear Came over the Mountain"

La più bella frase su questo libro la ha scritta Pietro Citati: «Fra pochi anni, chiunque vorrà parlare di un bellissimo racconto, o di una sottile accortezza narrativa, o di una visione del mondo tanto ricca quanto inafferrabile, dirà: "Mi ricorda un libro di Alice Munro. Lo leggerò subito"».

Qualcosa che ho pensato io.
Nove storie meravigliose che sono felice di aver centellinato, assaporandone tutta la straordinaria maestria di una autrice che sa perfettamente cosa descrivere, cosa dettagliare e cosa lasciare alla sensibilità di noi lettori. Ognuno di questi racconti parla di vite non straordinarie e di situazioni che potremmo definire comuni, un rapporto fra sorelle, le diverse fasi della vita matrimoniale, i tradimenti, un momento nel  passaggio  all'età adulta, una malattia che degenera, un tradimento.


4 luglio 2014

prima che il mondo venisse creato



Se faccio le ciglia scure e gli occhi più luminosi e le labbra più rosse,
o chiedo se tutto sia a posto a uno specchio dopo l'altro,
non mostro nessuna vanità: 


sto cercando la faccia che avevo 
prima che il mondo venisse creato.

Che succede se poso lo sguardo 

su un uomo, 
fosse pure il mio amato,
e il mio sangue intanto resta freddo 

ed il mio cuore immoto?

Perché dovrebbe pensare che son crudele oppure che è stato tradito?


Vorrei fargli amare quel che era prima che il mondo venisse creato.

BEFORE THE WORLD WAS MADE.

Una poesia di  Yeats;
una canzone di Van Morrison;
la musica ha senso. Modernità. 
Poesia. Amore. 
Tolleranza. 
Musica.

Ascoltiamo e proviamo a imparare.

Grazie



If I paint the lashes dark


And the eyes more bright

And your lips more scarlet
Ask if it'll all be right
And it's mirror after mirror
No vanities displayed
You're just looking for the face you had
Before the world was made

And if I look upon you now
As though I have my view
With the earth beneath your feet
And heaven up above
Would you think me cruel
After everything's been said
You're only looking for the face you had
Before the world was made
And if I paint the lashes dark
And your eyes more bright
And your lips more scarlet
Ask if it'll all be right
And it's mirror after mirror
No vanities displayed
I'm just looking for the face you had
Before the world was made
Your original face
Before time and space
Your original face
Before time and space
Your original, original face
Before the world was made



If I make the lashes dark 


And the eyes more bright 

And the lips more scarlet, 

Or ask if all be right 
From mirror after mirror, 
No vanity's displayed: 
I'm looking for the face I had 
Before the world was made. 

What if I look upon a man 
As though on my beloved, 
And my blood be cold the while 
And my heart unmoved? 
Why should he think me cruel 
Or that he is betrayed? 
I'd have him love the thing that was 
Before the world was made. 
William Butler Yeats